giovedì 19 luglio 2012

Gli sfratti rappresentano un problema soprattutto per i padroni di casa.

Leggevo, devo dire abbastanza irritato, un articolo su La Stampa di ieri, mercoledì diciotto luglio, il cui titolo era "Emergenza sfratti arriva la moratoria". Indubbiamente la situazione a Torino è critica ed altrettanto fuori discussione è il fatto che l'essere allontanati dalla propria casa possa rappresentare una vera e propria tragedia per molte famiglie. Vorrei tuttavia ricordare che all'allontanamento forzato con quanto di drammatico ne consegue, si giunge solo dopo un'iter estenuante soprattutto per coloro dei quali, nell'articolo in questione, sembrano tutti essersi dimenticati: i proprietari degli alloggi.Prima di riuscire ad ottenere l'esecuzione, infatti, il padrone di casa sarà passato attraverso un vero e proprio calvario stante di mesi di attesa per affitti mai pagati, lettere di avvocati con intimazioni di pagamento, telefonate, colloqui ed incontri con gli inquilini al fine di comprenderne le problematiche ... poi, estrema ratio, quando non intravederà altro sbocco alla situazione si procederà allo sfratto. Dal momento della decisione, dura anche per chi la prende, passeranno tra cominicazione all'inquilino, fissazione dell'udienza, termini di grazia e quant'altro almeno sei o sette mesi per ottenere la "liberazione" della proprietà da quella che, a tale punto, sarà diventata una vera e propria "occupazione abusiva". In tutto questo tempo i proprietari degli appartamenti in questione non solo si saranno visti occupare, magari anche con arroganza, le prorie case ma ... al danno si aggiunge la beffa: avranno dovuto pagare un'IMU maggiorata dato che, per lo Stato, si tratta comunque di alloggi affittati e dichiarare, quindi pagare, redditi anche se non percepiti. Mi piacerebbe spostare l'attenzione sulla faccia opposta della medaglia e considerare che chi possiede più appartamenti è molto spesso una persona che ha lavorato duramente per tutta la vita costruendosi un capitale che può rappresentare un reddito o una pensione e come tale dovrà essere tutelato. Pagare le tasse è giusto e doveroso e chi scrive mai istigherebbe a fare altrimenti ma deve esserci una ragione, un significato nell'esazione; un motivo tra i tanti dovrebbe constare proprio nella tutela di chi adempie ai propri doveri contro coloro che, al contrario, questo atteggiamento non vogliono o non possono tenere. Il problema sociale esiste, certo, ma è un dramma molto spesso a due facce; la soluzione non spetta all'una come all'altra parte poichè per questo abbiamo e manteniamo un Governo ed un Parlamento dai quali sarebbe lecito aspettarsi una risposta soddisfacente per entrambe le fazioni.

84 commenti:

  1. Leggo con molto piacere queste riflessioni e le condivido appieno, perchè è l'ennesima manifestazione del fatto che, allo stato attuale, in Italia spesso non viene tutelato chi cerca di investire, di costruire, di crescere, con impegno , sforzo, dedizione e sudore della fronte, ed è davvero una vergogna, per uno stato civile, oltretutto che sta attraversando una grave crisi economica.

    Di certo questo stato di fatto spinge e spingerà sempre più proprietari di immobili a svendere le proprietà o, forse peggio ancora, ad affittare in nero, il che oltre a danneggiare lo stesso stato, non tutela nè l'affittuario, nè il padrone di casa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che "il nero"possa costituire una soluzione...mai! Pagare le tasse e'un dovere civile e morale cosi' come dovrebbe essere un "dovere morale"da parte dello Stato difendere chi ai propri compiti adempie puntualmente contro coloro i quali lo stesso comportamento non sono in grado di tenere.

      Elimina
  2. Certamente il "nero" non è e non sarà mai una soluzione, semmai un altro grave problema che va ad aggiungersi a quello principale, come spero si sia evinto dalle mie parole. Purtroppo temo che in molti siano portati a scegliere questa "soluzione", anche sfiduciati dalla mancanza di tutela da parte dello Stato..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh...Luca...ribadisco che io non credo sia una soluzione...piuttosto una "strada sbagliata".La soluzione a quello che e',come ho detto,un problema bilaterale spetta trovarla a chi e'deputato...non certo a noi! Gia'solo una maggiore rapidita' dell'esecutivita'dello sfratto certo aiuterebbe.

      Elimina
  3. Certamente una maggior rapidità tutelerebbe anche i proprietari e consentirebbe una maggior correttezza nei rapporti affittuario-padrone di casa, a parer mio..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stiamo a vedere cosa sara'fatto...spero solo finisca questa storia del"padrone di casa cattivo e dell'inquilino povera vittima" ...che francamente mi pare un eccesso!

      Elimina
    2. Francamente anche a me..

      Elimina
  4. don Domenico Mariani24 luglio 2012 19:04

    Caro Mario,
    certamente vi sono sfratti penosi da eseguire perche'fatti su povera gente che non ha dove sbattere il capo;ma credoche il piu' delle volte si tratti di operare su gente che "ci marcia"su queste cose,gente disonesta che,magari,vive alla grande e non vuole pagare l'affitto,conosce i rimedi di legge,arriva finalmente all'atto coatto per..pagare in parte o farsi buttare fuori,dopo aver goduto per anni la casa a titolo gratuito.
    La giustizia purtroppo e'lenta e chi ha investito in case ci perde la testa ed il guadagno.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Padre per avermi scritto. Sono perfettamente d'accordo con Lei. Esistono realta'tragiche dove si cerca in ogni modo possibile di evitare ...l'atto estremo..cosi'come esistono farabutti che, per usare le Sue parole, marciano sulle situazioni.Il punto, continuo a ripetere, secondo me, sta nel fatto che l'essere cittadino di uno Stato debba comportare dei doveri ai quali debbono necessariamente corrispondere dei diritti! E' qui che si sta perdendo l'equilibrio! Poiche' e'palesemente piu'difficile trovare una soluzione al problema piuttosto che tacciare di protervia "i fortunati proprietari"si sta palesando il paradosso per cui sia quasi un diritto non pagare gli affitti e le pigioni.Purtroppo,Padre,anche il migliore degli uomini quando e'con l'acqua alla gola puo'diventare disonesto...per necessita'! Non giustifico ma comprendo. Questa situazione non spetta noi risolverla ma a chi...per "rubare" le mie stesse parole..pare essere arroccato in Castelli al di fuori del mondo reale.

      Elimina
  5. Io ho lo stesso problema. Ho pagato un botto di imu e non faccio ferie mentre il mio inquilino non mi paga da un anno. Qualcuno conosce un buon avvocato?

    RispondiElimina
  6. La casa e'a Genova. Io vivo a Chiavari. Grazie

    RispondiElimina
  7. Posso dirti che ho un caro amico avvocato a Genova. Si chiama Marco Marino e posso lasciarti un suo recapito telefonico: 335/6442835

    RispondiElimina
  8. Leonardo Verona30 luglio 2012 16:47

    Sono esasperato!! Ho due alloggi con due famiglie che forse buttero'fuori di casa mia tra tre mesi. Il tutto fara'quasi dodici mesi di affitto non pagati e spese condominiali a carico mio! Chi mi risarcira'. A me i soldi degli affitti servono per vivere. Grazie. Se hai un buon consiglio lo ascolto.

    RispondiElimina
  9. Ciao Leonardo...Verona e'la citta'dalla quale scrivi o il tuo cognome?...Beh curiosita',poco importa!Cio'che comprendo bene e'il tuo disagio poiche',aime',rappresenta proprio lo stereotipo del problema che ho voluto palesare e che non sto a ripetere.L'unico consiglio che posso darti e'quello di richiedere, d'ora in avanti, una fideiussione bancaria o assicurativa all'inquilino che entra:non ti risparmiera'la penosa(per te)trafila dello sfratto ma almeno verrai risarcito una volta liberato l'alloggio.Buona fortuna.

    RispondiElimina
  10. MI INTROMETTO: E QUANDO IL PROPRIETARIO CHE SI PRESENTA X RIPRENDERE POSSESSO DELLA SUA CASA VIENE ACCOLTO A FUCILATE E CI LASCIA LE PENNE???!!!

    RispondiElimina
  11. Beh...sai, purtroppo la follia esiste al mondo e prescinde da condizione sociale, colore della pelle sesso e quant'altro come dimostra ogni giorno, aimè, la cronaca.

    RispondiElimina
  12. Assicurazione o fideiussione bancaria? Come funzionano? Grazie.

    RispondiElimina
  13. Buona sera.
    Ti rispondo sulla base della mia esperienza personale e,quindi, anche in questo caso ti consiglio di contattare chi di dovere, nello specifico la tua banca.
    In breve...alla stesura del contratto di affitto puoi prevedere che l'inquilino ti presenti una fideiussione bancaria di un numero di mesi a tua scelta che ti verranno rimborsati dalla banca al termine dell'iter dello sfratto sulla base delle mensilità non pagate.
    La banca chiederà,annualmente,al tuo inquilino un tantum per istruire la pratica più una percentuale (generalmente da un minimo dell'1% ad un massimo del 4%) sulla somma assicurata.
    Per fare un esempio: su un affitto di 600 euro al mese il richiedente (sempre il locatario) pagherà ogni anno 100/200 euro di istruttoria pratica più una somma tra le 70 e le 290 euro che rappresenterà la percentuale sopra indicata.
    Importante è ricordare che questa soluzione non ti risparmierà il travagliato iter dello sfratto ma rappresenterà solo un ristoro dalla perdita economica al termine di esso.

    RispondiElimina
  14. Michele Vittorio Maglione Palermo9 agosto 2012 16:08

    Leggendo i vostri commenti ho letto della fudeiussione bancaria. Siccome devo affittare un alloggio ho chiesto al mio futuro inquilino di informarsi. Gli hanno chiesto 250 euro l'anno per la pratica piu'il tre per cento del valore assicurato. Mi pare caro.
    Vi ringrazio.
    V.

    RispondiElimina
  15. Si purtroppo il costo dell'istruttoria pratica e'annuale, questo e'abbastanza normale per ogni banca. Per quanto riguarda il tasso applicato,invece, varia da istituto ad istituto. Effettivamente il 3% si attesta sulla fascia alta...
    Normalmente dovrebbe essere tra l'1.5 ed il 2%.

    RispondiElimina
  16. Sono un piccolo imprenditore. Con anni di lavoro sono riuscito a dare da mangiare ad almeno venti famiglie e mi sono costruito una bella casa vicino a Milano, un appartamento al mare ed alcuni alloggi che affitto e che avrebbero dovuto essere,esattamente come lei ha scritto,la mia pensione. Oggi mi trovo ad avere chiuso la mia attivita'perche'ero stufo ed ai miei figli non interessava. Al momento ho ritenuto fosse meglio chiudere che continuare tra mille difficolta'magari perdendoci dei soldi.Da qualche mese mi sono trovato vessato da imu e tasse spropositate oltre che non potere contare sugli affitti visto che gli inquilini hanno deciso di non pagare e nessuno mi tutela. E'giustizia questa?Secondo me no.

    RispondiElimina
  17. "La virtu'sociale rappresentata dalla volonta'di riconoscere e rispettare il diritto di ognuno mediante l'attribuzione di quanto e'dovuto secobdo la ragione e la legge[...]"
    Questa la definizione di"giustizia"del nostro dizionario.
    Se essa stessa ed il suo significato siano realmente tutelati e rispettati lascio a chi legge decidere.

    RispondiElimina
  18. Doriano.Bologna25 agosto 2012 18:50

    Buongiorno a voi.
    Vi sottopongo il mio caso.
    Ho un inquilino che non paga e tra mora(8 mesi),tempo dello sfratto( tra concessioni varie altri otto mesi), spese varie da me sostenute(condominiali e avvocato) arrivo ad un danno di circa 15000 euro.
    Il "signore in questione"ha una porsche nel mio garage e mi ha detto"cosa devo fare venderla x.pagarla?".
    Io ho passato le ferie in una Bologna rovente a casa mentre il mio inquilino si sara'magari anche fatto un bel viaggio con la sua bella macchina.
    A proposito di giustizia!

    RispondiElimina
  19. Ho tardato a risponderti solo perche'...come dire..non ho parole.
    Per quello che puo'servire hai tutta la mia solidarieta'e credo che nel tuo caso un decreto ingiuntivo non glielo tolga nessuno.

    RispondiElimina
  20. Purtroppo ci sono anche persone oneste e con grande dignita'che hanno perso il lavoro e fanno fatica a tirare avanti.
    Trovarsi sulla strada in un momento simile e'tremendo.
    Grazie a tutti.

    RispondiElimina
  21. Quanto dici è certamente vero e credo che, mettendomi dalla parte del padrone di casa, non abbandonerei mai una famiglia in condizioni simili...purchè io capisca che non ci stanno marciando sopra e, soprattutto, questi comprendano che stanno causando un danno anche a me.
    Purtroppo,al contrario, in questi momenti prevale la rabbia e l'arroganza contro il padrone di casa "reo"di pretendere, se non il pagamento degli affitti, almeno la copertura delle spese (che molto spesso non arriva!).
    E' un pò come se chi è in difetto si arrogasse il diritto di pretendere che sia il proprietario di casa ad accollarsi i problemi della sua famiglia ... in certe situazioni è umanamente giusto farlo ma non è un diritto dell'inquilino.

    RispondiElimina
  22. Io ho sentito parlare, o meglio,mi hanno proposto u.a fideiussione assicurativa.
    Mi sembra vantaggiosa.
    Qualcuno ne e'al corrente?
    Potete indicarmi una compagnia?
    Grazie.
    Fernanfo L.

    RispondiElimina
  23. Non sono troppo informato al riguardo, tuttavia, parlandone ho saputo che l'iter non si discosta troppo da quello bancario.

    RispondiElimina
  24. Salvatore.Torino13 settembre 2012 21:39

    Avete letto la stampa oggi? Nella cronaca di torino ci sono due articoli che parlano di sfratti.inquilini che minacciano di fare saltare le case. Sfratti gia'prorogati che vengono ulteriormente ritardati x l'intervento degli autonomi. Ma cos'e'questa Italia?Il far west?

    RispondiElimina
  25. Parrebbe di si a questo punto.
    Inutile ripeterti tutto l'iter lungo all'infinito per il padrone di casa per riuscire ad avere il proprio alloggio libero. Inutile anche ribadire come e quanto quella proprietà potrebbe essere importante anche per il sostentamento della famiglia del proprietario.
    Dopo mesi di affitti non percepiti, spese non pagate, avvocati e quanto altro, al momento della liberazione della casa da quello che io considero un vero e proprio esproprio da parte dell'inquilino...arrivano gli indiani e tutto si rimanda. Si siamo nel far west. Dici bene.

    RispondiElimina
  26. Gianpiero.Torino19 settembre 2012 15:21

    Dite bene.Leggete La Stampa di oggi. Addirittura un'assistenzafornita dagli anarchici. Pare che vi sia un sito dove si possa contattarli e questi accorrono in soccorso dell'inquilino al momento dell'esecuzione dello sfratto(che significa dopo il processo,i termini di grazia e tutto il resto). SCANDALOSO!Ci deve essere un rimedio!

    RispondiElimina
  27. Quello che scrivi e'verissimo tuttavia devo ricordarti che,come specificato anche nell'articolo,chi ricorre all'"aiuto"di questi soggetti incorre poi in una bella denuncia penale con rischio di galera. Io ci penserei su due volte...

    RispondiElimina
  28. In questo momento e'fondamentale ripristinare la legalita'in ogni campo.

    RispondiElimina
  29. "Legalita'". Credo realmente che,se ogni cittadino ne fosse rispettoso,vivremmo in una societa'migliore..posto che le regole da rispettare non siano esse stesse delle provocazioni piu'che degli aiuti.

    RispondiElimina
  30. Gianni. Verbania27 settembre 2012 19:58

    Ho appena ricevuto una multa di 149euro con decurtazione di tre punti di patente per essere andato a 60all'ora in una statale,in un rettilineo fuori da un centro abitato!In quella strada non passa nessuno,e'impossibile andare ai 50all'ora.Il rischio e'quello di distrarsi. Il mio stipendio mensile,da operaio e'di 1250euro al mese e sono single.Qualcuno si rende conto che con quella cifra io mangio per due settinane?149Euro sono 300 mila lire!
    Ho difficolta'a pagarle ed ho preso quella multa una mattina,dopo il turno di notte.Non sono forse queste regole inique?Un limite di 70km/h sarebbe accettabile e rispettabile.

    RispondiElimina
  31. Per ricondurre la discussione sui binari iniziali vi segnalo la lettera uscita oggi su Specchio de La Stampa intitolata:L'inquilino moroso ha sempre ragione,anche davanti ad un contratto regolare...

    RispondiElimina
  32. Antonio.Napoli1 ottobre 2012 19:07

    Ma e'giusto tutto questo?Viviamo un momento tanto drammatico che sembra che la gente,a volte in stato di necessita',diventi disonesta nel bisogno.

    RispondiElimina
  33. Questo,purtroppo,e'tragicamente vero. Siamo in un momento in cui davvero c'e'chi arriva a stento al venti del mese senza fare stravizi. Per questa ragione,nonostante io creda che questo governo abbia fatto molti errori,ripongo speranze in questa lotta agli sprechi pubblici che,reputo,siano stati uno dei grandi mali d'Italia.

    RispondiElimina
  34. Si. Hanno esagerato. Tutti immaginavamo che potessero esserci degli aiutini a favore di amici e parenti(che sarebbe anche stato umano)ma feste e festini in maschera,centinaia di migliaia di euro in cene feste mentre la gente non sa come tirare avanti e'stato troppo!!!

    RispondiElimina
  35. Concordo. Qualcosa ognuno di noi ha sempre immaginato capitasse ma le scene di feste al limite del buon gusto mostrate dai tg credo che siano al limite della decenza...soprattutto,come dici tu,in un momento simile.

    RispondiElimina
  36. Ps:comunque mi piacerebbe ricondurre la discussione sui binari iniziali...ossia il problema degli affitti visti sia dall'ottica dell'inquilino che da quella del proprietario.

    RispondiElimina
  37. Quale migliore occasione della Stampa di oggi per ritornare al discorso iniziale? Si parla di prolungare gli sfratti. Va bene ma allora noi proprietari non paghiamo l'Ici sull'immobile occupato abusivamente!

    RispondiElimina
  38. Giusto!Rimanere senza stipendio,senza lavoro e con una famiglia da mantenere e'di sicuro terribile eppure e'giusto quello che hai scritto nel tuo post. Anche i padroni di casa hanno dei diritti. Paghiamo sberle di tasse,siamo vessati e non tutelati. Toglieteci l'Imu per il tempo in cui manteniamo a casa nostra gratis et amore dei chi non ci paga,dateci degli sgravi ed allora tutto potra'essere diverso. Non si puo'pretendere che chi ha impiegato tanto per crearsi una rendita non solo non ce l'abbia ma debba anche pagarvi soprale tasse. Giusto quanto dici:sono problemi che deve risolvere chi ci governa.

    RispondiElimina
  39. Condivido a pieno la posizione. Se di problema sociale si tratta spetta risolverlo a chi è a questo deputato. Certamente sgravare da pesi comunque eccessivi il proprietario che non riceva l'affitto può essere una valida soluazione.

    RispondiElimina
  40. Vi racconto la mia storia. Ho un inquilino che ha iniziato a non pagare a dicembre 2010. Tra tentativi di incontri mi sono dovuto rivolgere ad un avvocato(non pagava affitti e riscaldamento e spese)tra proroghe e altro siamo arrivati allo sfratto esecutivo che doveva essere oggi. Non se ne va. Devo rivolgermi all'ufficiale giudiziario e l'avvocato mi dice che ci vorranno due mesi. Poi per recuperare i soldi dovro'fare un ingiunzione. Intanto pago Imu,spese etc etc. Mi chiedo se questa e'giustizia.

    RispondiElimina
  41. Purtroppo no ma le cose vanno così. E, non per gufartela,ma se questo "signore" non avrà alcunchè a cui potrai attaccarti...avrai perso tutta la tua rendita, pagato le spese condominiali, pagato l'avvocato e perso tutti i soldi...sperando che non ti abbia anche fatto danni nell'alloggio!!

    RispondiElimina
  42. Renato D.Torino11 novembre 2012 17:47

    La legge va per le lunghe ma anche gli avvocati ci mettono del loro! Il mio sembra lavorare per il mio inquilino moroso. Mi ha chiesto un totale di 1500 euro per due pratiche di sfratto e sono sempre li'a sollecitargli lettere e raccomandate. Tra un po'mando a quel paese anche lui!

    RispondiElimina
  43. Non posso darti torto. Certe situazioni bisogna viverle per comprenderle.A volte il lassismo e'anche degli avvocati, purtroppo.

    RispondiElimina
  44. Vittorio. Torino20 novembre 2012 18:22

    Ciao.Ho di recente acquistato Tre bravi ragazzi. Mi e'piaciuto e volevo scriverti per congratularmi.Sono capitato sul tuo blog leggendo questo articolo. Lo condivido a pieno. Non spetta al cittadino dirimere certi problemi ma, e parlo da parte in causa,e'indecente dovere aspettare due anni per potere riprendere legittimo possesso della propria casa. Questi sono veri e propri abusi dai quali il padrone di casa DEVE essere tutelato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vittorio. Ti ringrazio per i complimenti e spero di non deluderti con il prossimo!

      Elimina
  45. E questo problema sta condizionando anche noi costruttori.L'Imu sull'invenduto e'assolutamente folle!!!

    RispondiElimina
  46. Invito a leggere su La Stampa di oggi un articolo diretto al Sindaco di Torino con tanto di firma. Direi emblematico.

    RispondiElimina
  47. Lettera al Sindaco di Torino. Bella!Uno che parla ma quanti la pensano allo stesso modo.

    RispondiElimina
  48. Oggi c'e'la risposta. Sempre su specchio dei tempi. I politici parlano ma qui la gente non arriva a fine mese.Max

    RispondiElimina
  49. Posso chiederti cosa ne pensi delle dimissioni di Monti?Un fatto secondo te positivo o pericoloso? Federico

    RispondiElimina
  50. Come ogni crisi di Governo certamente un fatto pericoloso ma comprendo le ragioni della caduta poiche'credo che si debba davvero guardare maggiormente alla gente ed in questo hanno pesantemente mancato.

    RispondiElimina
  51. Si! E'come se ragionassero su due piani diversi e non si curassero dei nostri problemi.

    RispondiElimina
  52. Purtroppo...e'un'impressione comune e condivisibile.

    RispondiElimina
  53. Oggi si parla di Blocco degli sfratti. Sapete spiegarmi in che termini e da quando decorre?

    RispondiElimina
  54. Si tratta dei procedimenti non ancora avviati.non certo di quelli già iniziati o dichiarati esecutivi.gaetano

    RispondiElimina
  55. Comunque un'ingiustizia.Cioe'se io ho un inquilino che non mi paga adesso,bonta'del nostro sistema,devo mantenerlo e non posso sfrattarlo?

    RispondiElimina
  56. A me viene voglia di vendere tutto ed andare a vivere via.

    RispondiElimina
  57. Forse e'proprio questo,invece,il momento di stringere i denti e resistere sperando in tempi migliori.

    RispondiElimina
  58. Buon Natale, con l'augurio che nessun uomo giusto ed onesto debba vivere,per dignita',al freddo di una strada.

    RispondiElimina
  59. Scusatemi ma io del mio inquilino che ormai da due anni mi vive a casa a mie spese e che forse solo tra un mese bontà sua se ne andrà non ho troppo rispetto! Nunzio. Torino

    RispondiElimina
  60. ...Quando mi riferivo a persone giuste ed oneste non contemplavo tizi del genere.

    RispondiElimina
  61. Siamo alle solite:si tutela l'inquilino perche'si presuppone che il proprietario sia ricco e non si pensa invece che possa essere una persona normalissima che vive di quel reddito e che,senza,ha difficolta'lui stesso ad andare avanti. Emilio A

    RispondiElimina
  62. Sicuramente lo "stato di polizia"in cui stiamo vivendo non facilita un discorso come il tuo che dovrebbe essere accolto come logico e normale.
    Benche'non ami i suoi toni ne'tantomeno il modo di porsi devo ammettere che oggi Grillo ha detto una grande verita':chiedono a noi di giustificare ogni minima spesa quando dovrebbero essere loro a dire a noi come spendono i nostri soldi.

    RispondiElimina
  63. Ma se permettiamo ancora che vada in onda uno come Santoro!Dove vogliamo andare????

    RispondiElimina
  64. Voglio segnalare che proprio oggi su La Stampa un lettore segnala che esiste un sito dove vengono segnalati gli inquilini morosi di professione:http://www.registronazionalesfratti.com/

    RispondiElimina
  65. Un appunto: e'un sito di volontari che segnalano esperienze personali non una vera e propria banca dati. Cinzia

    RispondiElimina
  66. Dovrebbero invece costruire una banca dati obbligatoria. Almeno questo a tutela dei proprietari!Lori

    RispondiElimina
  67. Giusto. Certo e'un gran brutto momento e non potersi permettere di pagare piu'l'affitto e'tremendo ma certo e'da tutelare anche l'interesse del proprietario. E'solo una questione di guustizia trovo.Felice

    RispondiElimina
  68. Poi capitano cose tipo quella accaduta oggi ad un caro amico per cui inquilini morosi da due anni(non solo di canoni non pagati ma anche di riscaldamento e spese...)abbandonano l'alloggio nella notte lasciando dentro un cagnolino ed un gattino a loro volta abbandonati....No comment

    RispondiElimina
  69. Se qualcuno ha letto la notizia vorrei conoscere la vostra opinione su quanto scritto oggi su la stampa.Sembra che il comune si voglia caricare i costi degli affitti non pagati. Ho capito bene?

    RispondiElimina
  70. Ancora non sono uscite notizie precise. Rispondero'a breve in modo corretto.Alessio(Avvocato in Genova)

    RispondiElimina
  71. Intanto lo Stato continua a tartassare i proprietari. Grazie!

    RispondiElimina
  72. E certo li'c'e'ciccia da spolpare!Ludo

    RispondiElimina
  73. Intanto mi chiedo che senso abbia la protesta di oggi a cosa serva. Io ho un piccolo negozio a Torino e sono stato costretto a chiudere due giorni. La scelta che ho avuto era perdere due giorni di lavoro o avere le vetrine spaccate. Io sono d'accordo con chi protesta ma ho una famiglia da mantenere.Perche'piuttosto non si fa una protesta fiscale?Luca

    RispondiElimina
  74. Purtroppo ormai credo che la gente non ne possa piu', caro Luca.
    Io parlo, proprio per questo lavoro, con tante persone ed ho notato una cosa: tutti quelli che sperano nella “rivolta“ sono quelli che non hanno mai visto, per loro fortuna,gli orrori della guerra mentre i piu'anziani,che sanno bene quali devastazioni possa portare,sono tutti meno portati alla violenza.Io mi auguro che la nostra classe politica smetta di giocare al bancomat e provi a fare cio'che deputati e senatori dovrebbero fare...governarci visto che sono direi...ben pagati per questo.

    RispondiElimina
  75. Caro Mario, ho sessant'anni ed ho comprato per la prima volta un tuo libro Tre bravi ragazzi lo scorso mese, l'ho divorato ed ora ho prenotato Il Mostro di Firenze. Ero piccolo durante la ricostruzione post bellica e sono d'accordo con quanto dici.Michele

    RispondiElimina
  76. Caro Michele, grazie per...gli...acquisti....Non posso che essere d'accordo con te ed augurarti buon Natale!

    RispondiElimina