venerdì 1 maggio 2015

Mi trovo ad Orta per presentare i libri ma...non posso, questa sera, non parlare dei fatti di Milano. Personalmente sto dalla parte delle Forze dell'Ordine, della Polizia, dei Carabinieri...ma non da quella dello Stato...non da quella di uno Stato che lega le mani a Polizia e Carabinieri mettendoli alla gogna mediatica allorquando li dovrebbe tutelare e dedicando aule di Parlamento a teppisti che altro nella loro vita non hanno fatto se non distruggere le nostre meravigliose città ed aggredire con estintori addirittura le camionette dei militari. Se questa notte Polizia e Carabinieri facessero irruzione in una scuola abusivamente ccupata da questi delinquenti e,magari, qualche soggetto estraneo a tali avvenimenti vi dimorasse...ops...tragedia...avrebbero colpito un innocente! No! Per me chi si mescola, scientemente a tale feccia non puo' non sapere, non condividere, non pensare di potere essere soggetto a punizione alcuna. Proporrei davvero che, una volta individuati, tali personaggi dovessero essere condannati, per legge, a devolvere od a vedere pignorati almeno l'80% dei loro stipendi... da domani fino alla fine dei loro giorni per ripagare i danni. E'davvero ora che lo Stato si dimostri forte, questo sarebbe il vero spot per la nostra Italia e per l'Expo.

32 commenti:

  1. Sarebbe una soluzione equa e non vedo perchè impossibile da praticare. Condivido a pieno la tua posizione.

    RispondiElimina
  2. Ferdinando Alamo3 maggio 2015 19:50

    Solo con pene esemplari si potranno evitare altri episodi in futuro. Alla fine ai g8 di Genova a pagare sono stati Polizia e Carabinieri. Avanti così per certo questi sciagurati non si fermeranno.

    RispondiElimina
  3. Milena Donati4 maggio 2015 19:50

    Ma anche la dichiarazione di Fabio Fazio?! Mi aspettavo un innocentista ma almeno speravo dicesse qualcosa di un minimo furbo.

    RispondiElimina
  4. Lorenzo Cangini6 maggio 2015 18:43

    Il solito radical chic. Pare faccia molto chic difendere questo genere di persone d'altra parte va a braccetto con la Liizzetto.

    RispondiElimina
  5. Demagogia pura, certi personaggi, a mio parere, si sono costruiti un'immagine sull'essere contro ad ogni costo e, purtroppo questo a volte paga.

    RispondiElimina
  6. Ben detto, demagogia pura ma, purtroppo credo, ormai che, troppo spesso certi personaggi vivano in funzione di cosa dire per apparire come il loro pubblico li immagina. D'altra parte Macchiavelli ne "Il Principe" proprio diceva..."il Principe non deve essere cio' che è ma deve sembrare cio' che i sudditi vogliono che sia."

    RispondiElimina
  7. Venanzio Sarno12 maggio 2015 19:09

    Personalmente non credo piu' nella classe politica, non credo piu' agli ideali credo che facciano tutto e solo per interesse.Triste la cosa.

    RispondiElimina
  8. Davide Ternulli14 maggio 2015 21:49

    Certo trenta anni fa avevamo politici di altro spessore: Spadolini, Andreotti, comunque sia altro livello. Davide Ternulli

    RispondiElimina
  9. Per quanto possa ricodaren la penso esattamente come te, certo corruzione ed illegalità esistono da che mondo è mondo ma, perlomeno avevano una presentabilità diversa e diverso spessore. Grazie per avermi scritto

    RispondiElimina
  10. Mi rifaccio ad una frase che ho letto proprio sul su sito. Certa gente esiste per farci capire come non dobbiamo diventare.

    RispondiElimina
  11. Sarebbe una frase da fare adottare alle maestre a scuola. Luca fassio

    RispondiElimina
  12. Cristina Barberi19 maggio 2015 18:58

    Sono una maestra elementare e mi trovate davvero d'accordo. Una bella frase per i ragazzi.

    RispondiElimina
  13. Cari Irene, Luca e Cristina. Ricordo perfettamente quando me la disse e mi si aprì davvero un mondo.

    RispondiElimina
  14. In poche parole si puo' trovare una giustificazione all'esistenza anche di persone indegne. Davvero una frase da portare nelle scuole. Luca Alzona

    RispondiElimina
  15. Buona sera professore. Si, il significato penso sia quello....

    RispondiElimina
  16. Lei ha concluso l'articolo parlando dell'Expo. Sarò controcorrente ma non vedo proprio quale interesse vi possa essere nell'andare a vedere una fiera del cibo mondiale oltretutto in un momento storico nel quale sempre piu' persone muoino di fame.

    RispondiElimina
  17. Guarda carlo, mi hai tolto le parole di bocca, la penso esattamente come te .

    RispondiElimina
  18. Clementina Salvato21 giugno 2015 20:28

    Il cibo è cultura ed è un evento culturale nulla piu' anche se estremamente importante: io la visiterò perchè ritengo sia una possibilitàunica che abbiamo nel nostro paese.
    Clemetina Salvato

    RispondiElimina
  19. Federico Massara28 giugno 2015 00:45

    Mi chiederei, inserendomi in questo discorso di cultura, come possa vivere uno scrittore che immagino si sia fatto da solo il fatto che uno come Schettino dopo aver combinato i disastri dei quali è stato protagonista abbia scritto un libro e magari venda piu' lui in un singolo libro che lei in tutti quelli che ha scritto. Federico Massara

    RispondiElimina
  20. Caro Federico....non ragionar di lor ma guarda e passa ... che posso dirti, certo che mi urta, sarei falso a non ammetterlo ma...tant'è...

    RispondiElimina
  21. Federica Filippi29 giugno 2015 19:28

    Il fatto è che darà anche una sua versione dei fatti magari assolutamente fuori luogo e nessuno potrà confutarlo. Sarebbe un libro da boicottare. Federica Filippi

    RispondiElimina
  22. Giulia Giordanelli7 luglio 2015 16:20

    Spero solo non diventi un'operazione commerciale ai danni ed alle spalle delle povere vittime.

    RispondiElimina
  23. Federica Filippi8 luglio 2015 18:42

    Ma sicuramente sarà, cos'altro puo' interessare ad un editore se non le vendite? Federica Filippi

    RispondiElimina
  24. Antonio Palmerio9 luglio 2015 16:05

    Non se ne e'pero'piu'parlato, magari potrebbe essere stata fermata l'operazione, che dite?

    RispondiElimina
  25. Non credo, adesso penso sia troppo calda la cosa per parlarne, un po' di pudore non puo' mancare: Sono sicuro pero' che tra qualche mese il librouscirà, sarà una grande operazione commerciale et voila'. Forse avranno il pudore di aspettare la Cassazione. Massimo Mauro

    RispondiElimina
  26. Grazie a tutti per avermi scritto. Sono stato un po'latitante ma sto lavorando al prossimo libro. Stiamo a vedere, trattandosi di operazione appunto commerciale mi stupirei di nulla.

    RispondiElimina
  27. Luciano Linnas21 agosto 2015 22:13

    Questo silenzio mi preoccupa, vuoi vedere che stascrivendo davvero? Luciano Linnas. Ps: ho letto Vi vedo al buio. Bello, avvincente, senza troppe pretese, ottimo per un lettore non troppo impegnato come me.

    RispondiElimina
  28. Condivido. I tuoi libri sono fatti pe chi legge poco perchè stufo di letterati che non scrivono della vita vera e vuole leggere qualcosa di autentico.

    RispondiElimina
  29. Permettetemi di dissentire. Io trovo che Mario Catania scriva solo apparentemente senza troppe ricercatezze ma, in realta', sia molto attento alle sfumature della nostra lingua. Scrivere in un modo veloce e facile alla lettura non significa stare al di fuori dei palazzi della letteratura. Ho letto tutti i libri, compreso quello, chiamiamolo atipico della piccola cagnolina e li ho trovati tutti attraenti e belli da leggere. Mi piacerebbe, tuttavia, si cimentasse in qualcosa di piu' del semplice giallo.

    RispondiElimina
  30. Grazie Camilla....anche se ho fatto il callo alle critiche e ringrazio sempre anche per quelle....beh, qualche complimento non fa mai male....

    RispondiElimina
  31. Massimo Donati28 ottobre 2015 19:46

    Penso sia bello comunque sentirsi dire da qualcuno che non legge molto nella sua vita che, invece, un tuo libro lo abbia coinvolto.

    RispondiElimina
  32. Ciao Massimo, si Te lo confermo, è una bella soddisfazione. Grazie per avermi scritto. M

    RispondiElimina