sabato 14 novembre 2015

Oggi non possiamo che pregare ed indignarci per quanto accaduto in Francia questa notte; atti terroristici incontrollabili o quasi poichè perpetrati con armi di non difficile reperibilità ed in luoghi pubblici od aperti al pubblico ma non ritenuti obbiettivi sensibili o potenziali. Siamo tutti vicini alla Nazione francese ed alle Sue vittime e nessuno vuole trovare ragioni di giustificazione o comprensione, tuttavia mi chiedo il perchè di tanto odio e davvero vorrei che tutti ci fermassimo qualche istante a riflettere: noi vediamo cio' che accade qui, da noi, in occidente, ma non ci è dato di sapere cosa succeda realmente di là così come, credo, non ci siano date di conoscere tante, troppe verità. Gheddafi ammoniva che alla sua morte si sarebbe scatenato il caos perchè, forse, in Libia un potere forte, benchè dittatoriale, occorreva non solo per mantenere la stabilità in quella Nazione ma per garantirla in tutta un'area ora in balia del nulla; ci siamo visti costretti ad appoggiare la follia dell'allora Presidente francese Sarkozy mentre forse solo Berlusconi tentava, al tempo, di opporsi arrendendosi poi alle ragioni di Stato. Forse un'Ordine delle cose potrebbe esistere tanto in natura, quanto in politica e, quando la mano dell'uomo, tenta di modificarlo non puo' che sconvolgerlo con le relative conseguenze.

26 commenti:

  1. Stefano Landonio14 novembre 2015 22:41

    Certamente l'eliminazione di Gheddafi è stata una operazione assurda nella quale siamo stati nostro malgrado coinvolti. Speriamo solo che la nostra politica non ci metta in prima fila.

    RispondiElimina
  2. Destabilizzare equilibri porta a questo. Oggi si fanno tanti proclami ma non si va al nocciolo della questione.

    RispondiElimina
  3. Giovanni Toschi de pero16 novembre 2015 18:53

    Purtroppo, parlando con un po' di buon senso, dobbiamo ammettere che tutti noi sappiamo poco o niente i quello che realmente accada. Io seguo trasmissioni su trasmissioni ma ho le idee sempre piu' confuse. Certo quel mondo non è di facile interpretazione ma altrettanto certamente e ingerenze americane sono pesanti.

    RispondiElimina
  4. Paola Calandrello17 novembre 2015 21:50

    Giochi di potere dei quali è sempre la povera gente a farne le spese.

    RispondiElimina
  5. Questa è la Terza guerra Mondiale anche se non ce ne rendiamo conto. Il nemico è forse ancora piu' pericoloso che in una guerra canonica qui non esistono codici di guerra.

    RispondiElimina
  6. Vanessa Rispolo19 novembre 2015 22:19

    Le parole del Papa oggi sono state durissime: ha usato il termine "maledetti" Lui di certo saprà molte cose che a nessun altro sia dato conoscere per arrivare a queste affermazioni e la cosa è di certo molto preoccupante.

    RispondiElimina
  7. Purtroppo anche la profezia secondo la quale la quarta guerra mndiale sarà combattuta con le pietre è terribile.

    RispondiElimina
  8. Vado contro corrente: non credo questa possa essere definita una vera e propria guerra quanto, piuttosto, mutando le parole da un ceebre fila una "sfida senza regole" ancora piu' preoccupante.

    RispondiElimina
  9. Il che la rende ancora piu' pericolosa ed incontrollabile, credo.

    RispondiElimina
  10. Oggi un aereo abbattuto: che davvero il conflitto non rischi di perdere i limiti o che coloro che ne tengono le redini rischino di perdere il controllo?

    RispondiElimina
  11. A mio avviso è stata assurda la posizione di Obama: non puo' dire che la Turchia abbia diritto a difendersi. Doveva rimanere neutrale.

    RispondiElimina
  12. Ferdinando Giachello26 novembre 2015 20:47

    Comunque troppi interessi in gioco e non cerdo i rispettivi leaders siano degli sciocchi, per questo penso non vi sia pericolo di guerre mondiali. Tuttavia consideriamo che lo scenario bellico attuale è già superiore a quello della prima e della seconda guerra mondiale.

    RispondiElimina
  13. Ma questa è, come ha detto il Papa la Terza Guerra mondiale solo che la stiamo combattendo a pezzetti.

    RispondiElimina
  14. Eleonora Fabbri1 dicembre 2015 22:03

    Io trovo ancora piu' inquietanti le dichiarazioni di oggi circa l'ultimo Papa.Esisteva nche una premonizione circa il Papa nero ma non si è verificata mi sembra.....

    RispondiElimina
  15. Buona sera Eleonora. Beh...diciamo che, invece si è avverata. Il cosiddetto Papa nero era, da sempre, considerato il Padre Generale dei Gesuiti per due ragioni:poichè vestiva di nero e perchè, dopo il Santo Padre era colui che aveva piu' anime sotto di sè...storicamente, infatti i Gesuiti, sono da sempre l'Ordine maggiore anche se oggi sono superati, per numero, dai Salesiani. Letta in questo senso la profezia ha avuto seguito... Grazie per avermi scritto. M

    RispondiElimina
  16. Appena accaduto atto terroristico a NY. Non facciamoci prendere da psicosi ma certo il dubbio che siano legati al terrorismo internazionale rimane. Qualcuno sa dirmi qualcosa di piu'?

    RispondiElimina
  17. Buoa sera Filippo. Non capisco questa incomprensione su NY, anche l'amico Leandro mi ha scritto il medesimo appunto su un altro articolo. Il fatto è accaduto in California mentre altro non so dirti, credo davvero che il momento sia troppo caldo e si rischi di dire delle sciochezze. Aspettiamo lo svolgersi degli eventi. Grazie. M

    RispondiElimina
  18. Ormai che il dubbio pare essere dipanato vorrei avere una vostra opinione sul possibile coinvolgimento terroristico.

    RispondiElimina
  19. Personalmente credo si tratti di pazzi fanatici con spirito di emulazione e sacrificio per la causa. Questo, a mio avviso, rende ancora meno controllabili e come tali piu' pericolosi tali fenomeni.

    RispondiElimina
  20. Certamente è questo il problema. Cellule impazzite e fuori controllo, oltretutto con a propria disposizione armi facili da reperire sono assolutamente impossibili da fermare. Questo è un aspetto ancora piu' preoccupante degli ultimi episodi: proprio il fatto che siano stati compiuti con armi che quasi chiunque si sarebbe potuto procurare.

    RispondiElimina
  21. Cristiano Lucarelli17 dicembre 2015 22:38

    Ma ci pensate? Vivere in un mondo dove nessuno si senta piu' al sicuro? Al cinema, al supermercato, in banca? Questo è l'incubo peggiore!

    RispondiElimina
  22. Antonio Clerici26 dicembre 2015 22:24

    Alla fine bisogna prenderla come destino. Diciamo con la stessa possibilità di un terremoto o altro....

    RispondiElimina
  23. Donatella Drughi11 gennaio 2016 20:26

    Ma comunque ammettere cio' significa ammettere che in qualche modo ci stiano condizionando la vita.

    RispondiElimina
  24. Cristiano Lucarelli26 gennaio 2016 21:18

    Ma è così! Ce la stanno condizionando, su questo non vi sono dubbi. Chi non pensa a loro prima di salire su di un aereo, un treno?

    RispondiElimina
  25. Raimondo Montecchiari31 marzo 2016 23:15

    Ce la stanno condizionando talmente che mi viene voglia di dire che non ce la stanno condizionando affatto. Nel mondo dove tutto è possibile nulla è impossibile: per questo non ho piu' paura di salire su di un aereo su di un treno...tanto se deve succedere succede anche al supermercato.

    RispondiElimina
  26. Raffaella Catania1 maggio 2016 19:49

    Beato te. Io ho paura anche aprendere l'autobus. A me l'hanno condizionata a tale punto da soffrire di attacchi di panico.

    RispondiElimina