mercoledì 23 marzo 2016

E'questa la Terza Guerra Mondiale? C'è chi lo sostiene ed io, francamente, non mi sento di biasimare una simile posizione. Vorrei tuttavia ricordare che la Guerra ha un suo proprio codice etico delle regole, dei precisi limiti oltre i quali non si è piu' soldati ma semplici criminali comuni. E si, perchè... non eroe, non combattente, non soldato ma semplice criminale è chi entra in un teatro, in un aeroporto ancor prima di avere avuto almeno l'ardire di superare dei controlli, in un ristorate od in un bar sparando alla cieca su persone senza lasciare loro la possibilità di difendersi. Dicono che la religione Islamica ed il Suo mondo non siano violenti nè predichino la violenza....allora, forse, sarebbe il caso che iniziassero a dimostrarcelo. Sento difendere, anche in televisione, posizioni indifendibili alle quali, con ottima probabilità, la sola risposta sensata venne data da Oriana Fallaci quando disse che "non tutti gli Islamici sono terroristi ma tutti i terroristi sono Islamici." Vorrei lanciare una preghiera per tutte le vittime da Parigi a Bruxelles con una piccolissima riflessione....esiste un Dio e, per certo, questa notte le vittime avranno la pace mentre per gli assassini si saranno aperte senza ritorno le porte di un Inferno: questa è Giustizia almeno così mi piace pensare.

23 commenti:

  1. Massimo Donati24 marzo 2016 20:56

    E'la guerra del terrore che paradossalmente potrebbe ritorcersi contro gli stessi che l'hanno creata.

    RispondiElimina
  2. Francesco Piazza25 marzo 2016 21:51

    Ci stanno togliendo la liertà di vivere la nostra vita. Io soffro di panico e adesso ho anche l'angoscia di andare al cinema od al ristorante.

    RispondiElimina
  3. Massimo Donati31 marzo 2016 22:17

    In questo modo non siamo piu' sicuri da nessuna parte ma paradossalmente sarebbe come ammettere che siamo al sicuro ovunque.

    RispondiElimina
  4. Attilio Lombardi5 aprile 2016 23:21

    Ed altrettanto paradossalmente credo che quei luoghi, come gli aerei, che sono generalmente considerati maggiormente a rischio siano i piu' controllati mentre gli stessi aeroporti, i traghetti, le navi, i supermercati siano davvero posti a grave rischio.

    RispondiElimina
  5. Massimo Donati8 aprile 2016 21:29

    Stiamo parando di una variabile impazzita caro Attilio, credo quindi tu abbia tutte le ragioni. Potendo colpire ovunque e non essendo piu' al sicuro in alcun luogo, paradossalmente, sialo al sicuro ovunque.

    RispondiElimina
  6. Cristiano Carelli12 aprile 2016 20:45

    Di certo i giudici belgi hanno avuto una grande parte lasciando andare liberi due terroristi consegnati come tali dai turchi.

    RispondiElimina
  7. daniele Lenotti18 aprile 2016 21:25

    Siamo arrivati al punto in cui è il silenzio a fare paura.

    RispondiElimina
  8. Giovanni Pisciotti19 aprile 2016 21:08

    Fa paura perchè sembra a tutti impossibile di poter vivere in serenità per troppo tempo.

    RispondiElimina
  9. Luca Baldissero20 aprile 2016 21:47

    A me hanno messo una fobia terribile. Ho paura ad andare al ristorante ho in mente quelle immagini di Parigi.

    RispondiElimina
  10. Eleonora Fabbri23 aprile 2016 23:14

    Proprio il fatto di aver compiuto attentati simili diciamo low cost con piccolissime spese poichè si parla di qualche migliaio di euro appresenta un elemento di paura in piu'.

    RispondiElimina
  11. Clementina Foa29 aprile 2016 22:39

    Alla luce degli accadimenti di oggi e degli arresti e fughe in Italia c'e'davvero da pensare che sia difficile sentirsi al sicuro. Questi vivono in casa nostra si fingono integrati ed altronon cercano se non distruggerci.

    RispondiElimina
  12. Carlotta Castelli1 maggio 2016 19:33

    Avete sentito dell'ultima retata con relativa fuga? Io ho paura a salire sui mezzi pubblici....non è giusto toglierci in questo modo la libertà. Dicono che qui in Italia i Servizi siano i migliori del mondo e forse è vero, di certo il Belgio non ha fatto bella figura ma non mi sento al sicuro ugualmente. Sono davvero riusciti a togierci la libertà.

    RispondiElimina
  13. Proprio il fatto che siano stati commessi con mezzi facilmente trovabili sul mercato mi fa preoccupare di piu'.

    RispondiElimina
  14. Felice Pastore9 maggio 2016 20:35

    Certamente la follia umana puo' arrivare ovunque io la vedo piu' semplice: credimo al destino e pensiamo che quei folli ne siano solo la mano. Se tocca a noi poco importa come accada, tanto doveva avvadere.

    RispondiElimina
  15. Avete visto la strage fatta in un bar in nome di cosa? Solo del fatto che delle persone stessero vedendo una partita di calcio. Questi sono pazzi!

    RispondiElimina
  16. Cristiano Carelli18 maggio 2016 22:55

    Pazzi oo usano dei pretesti? Per me tanto pazzi non lo sono, a loro interessa solo uccidere in nome di una loro religione ed usano qualsiasi escamotage.

    RispondiElimina
  17. Cristiano Carelli19 maggio 2016 21:28

    L'attentato di oggi dimostra ancora di piu' come non possiamo ritenerci al sicuro. Mi stupisce la sicurezza con la quale parlano di attentato senza lasciare un minimo dubbio ad altro.

    RispondiElimina
  18. Purtroppo il terrorismo è sempre esistito e credo faccia parte di un sistema impossibile da cancellare. Denaro, potere. Forse oggi le guerre si combattono diversamente....

    RispondiElimina
  19. Valentina Serra23 maggio 2016 22:18

    Forse stiamo ssistendo ad una Guerra senza Regole ancora piu' pericolosa. Gli obiettivi non sono soldati o militari ma meglio se gente comune.

    RispondiElimina
  20. Eleonora Fabbri29 maggio 2016 20:48

    Credere questo significa lasciare che ci condizionino la vita.

    RispondiElimina
  21. Elena Longhitano9 giugno 2016 16:56

    Tanto purtroppo lo stanno gia'facendo. Io non avevo paura di volare ma adesso ce l'ho.

    RispondiElimina
  22. Nizza! Ragazzi...dietro l'angolo ed il simbolo di vacanze e spensieratezza anche per tanti italiani. No questa non è piu' "solo una guerra" è una invasione che va fermata. Abbiamo paura di fare qualunque cosa perchè nessun posto è sicuro

    RispondiElimina
  23. Eppure sembra che l numero di attentati nel mondo ad oggi sia quasi dimezzato, il problema è che ci stanno toccando a casa.

    RispondiElimina