lunedì 14 agosto 2017

One stick in time saves nine

Ai tempi dell' "esecuzione" dell'orsa Daniza espressi il mio pensiero riguardo alla "deficienza" umana, intesa come mancanza di cultura, cognizione, umanità, che, per altro , rimane il medesimo oggi, di fronte alla morte di K2. Non voglio ripetermi e non lo farò. Un Grizzly puo' arrivare a pesare quattro quintali ed oltre per un'altezza, in piedi, di quasi tre metri; si tratta di un carnivoro il quale, esattamente come noi ... "umani"...necessita di nutrirsi; nella femmina è fortissimo l'istinto materno e la conseguente volontà di proteggere i cuccioli. L'orso era praticamente scomparso dalla nostra penisola, così come il lupo ma l'uomo ha deciso di "ripopolarlo"...per quale ragione? Business, turismo! Bene, non metto in dubbio che un orso possa impazzire, esattamente come un essere umano.... ne contesto, tuttavia, la disparità di trattamento! Ammesso e non concesso che Daniza e K2 fossero da abbattere perchè divenute pericolose -fatto che io non credo plausibile attribuendo la loro reazione..."reazione" appunto non azione.... ad un comportamento deficiente ed illogico dell'essere umano - mi chiedo: perchè un uomo possa uccidere impunemente da ubriaco alla guida della sua auto una famiglia e non scontare piu' che una minimerrima ammenda; perchè un uomo o una donna possano assillare, sempre impunemente, chiunque esercitando violenze mentali ed anche fisiche senza scontare un giorno di prigione; perchè, nel nostro mondo di perfetti umani, l'omocidio dovuto a follia, gelosia e quanto altro, sia da accettare anche se vi siano stati cento e, forse, mille segnali prima dell'evento fatale ...mentre un cane giudicato pericoloso poichè, per difesa, ha morsicato un tizio venga ucciso o, un'orsa che, infastidita, provocata e quanto altro nel proprio habitat, venga perseguita fino all'esecuzione poichè ritenuta pericolosa. Tanti si chiedono se valga meno la vita di un animale rispetto a quella di un uomo. Io, da giurista prima che da scrittore, mi domando se,con la nostra giustizia, la vita umana possa ancora trovare difesa. Viviamo in una società che uccide per business una mamma orsa la quale altra colpa non ha avuto che difendere i propri cuccioli dalla deficienza umana ma che non è in grado di tutelare una madre, una donna, un padre, un fratello minacciati, picchiati, vessati da un figlio, un compagno, un fratello fino a che la pazzia umana non abbia fatto il proprio tragico corso. Eh si, signori perchè, a questo punto torniamo al titolo dell'articolo che, in italiano, risulterebbe essere "prevenire è meglio che curare"e la domanda è: ritenete, forse, che sia logica la risposta di un Magistrato il quale,di fronte al caso di un soggetto che abbia picchiato, minacciato, vessato un terzo si debba arrendere ad ammettere che..."tanto fino a quando non scappi il morto non possiamo fare nulla". La mia risposta è....no! Eppure questa è la nostra Giustizia, scusate, giustizia...la quale permette di uccidere un animale solo perchè "animale" ma non è in grado di difenderci da chi, volendo usare la parola "animale" in senzo spregiativo, con tale termine meriterebbe di essere identificato. 

2 commenti:

  1. Alessio Vattimo21 agosto 2017 21:53

    Tutto gira attorno ai soldi e si puo' comprendere ma è il valore della vita, anche di quella umana, che non si considera piu'

    RispondiElimina
  2. Siamo tutti esseri viventi, questo dovrebbe essere il primo pensiero. Tutti amiamo, tutti soffriamo, tutti abbiamo paure.

    RispondiElimina